Luci e musiche al Teatro Romano di aosta

Anche per l'estate 2019,
l'antico e prestigioso Teatro romano di Aosta
sarà l'indiscusso protagonista delle notti valdostane

Restituito al pubblico di cittadini e turisti a seguito di un attento lavoro di restauro, il Teatro si mostra in tutto il suo splendore illuminato da uno sfavillio di luci multicolori che lo racconteranno a tempo di musica. Ma contrariamente alle edizioni passate, l’edizione di quest’anno di Théâtre et Lumières si impreziosisce di un elemento dal valore inestimabile: la musica suonata dal vivo e diventa quindi Théâtre en Lumières. Nei sette appuntamenti che punteggeranno ogni lunedì l’estate aostana andranno in scena altrettanti concerti luminosi che interpreteranno la bimillenaria storia del Teatro.

Si apre con il violoncello solo del Maestro Mario Brunello e si continua con la forza multiculturale delle percussioni del Kundalini Quartet, con la performance in batteria sola di Christian Meyer, già batterista del gruppo Elio e le Storie Tese, alle magie delle ombre cinesi di Oscar Strizzi, alle ambientazioni elettroacustiche del Matteo Cigna & sUb_modU duo, all’organo di Paolo Bougeat per terminare con l’ensemble vocale che, ne La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino, ha stregato il mondo intero.

21.30

Il più celebre violoncellista italiano sarà impegnato in un concerto interamente dedicato ai capolavori di Bach per strumento ad arco solo

21.30

Daniele Di Gregorio, marimba
Mauro Gino,  vibrafono
Marco Fadda, tablas
Marco Giovinazzo, percussioni , timpani

21.30

Christian Meyer Solo
Christian Meyer, batteria, live electronics

21.30

Una serata di incontri musicali insieme a Matteo Cigna e sUb_modU duo.

© 2019 | P.I. 01182540078